CAI - Alpinismo Giovanile
Centro - Meridione - Isole

CAI Amatrice - Riscoperta di una tradizione Pasquale secolare

29 marzo 2016

CAI Amatrice

CAI Amatrice - Riscoperta di una tradizione Pasquale secolare

IL CAI AMATRICE FA RISCOPRIRE AI PIÙ PICCOLI UNA TRADIZIONE PASQUALE SECOLARE

 

La scampagnata di pasquetta? Ad Amatrice si fa il martedì. Ebbene si, può sembrare curioso ma il lunedì dopo pasqua gli abitanti della vecchia Matrù si riposano dalle fatiche del ricco banchetto del giorno precedente. Il martedì, però, si rifanno! Complice una passeggiata, che si snoda da Amatrice fino al Santuario di Santa Liberata nella frazione di Pinaco, gli stomaci degli amatriciani si riaprono e ricomincia la festa. In dialetto la scampagnata si chiama “passalacqua” poiché per raggiungere la chiesa si deve guadare il fiume Castellano. Quella di “passalacqua” è una tradizione che si ripete ormai da secoli anche se ultimamente sta perdendo di mordente. E così il CAI di Amatrice ha voluto rinnovare la storica scampagnata organizzando il 29 marzo 2016 una passeggiata per far riscoprire questa antica usanza amatriciana. Nonostante fosse aperta a tutti, i destinatari principali dell’iniziativa sono stati i giovani aquilotti del gruppo di alpinismo giovanile “Lupi della Laga” che saranno i futuri custodi e propagatori di questa e di altre storiche tradizioni paesane.

<> ha spiegato il Presidente sezionale Marco Salvetta puntando l’attenzione sulla riscoperta del folclore, certo, ma anche sulla tutela e valorizzazione del territorio infatti <> ha concluso Salvetta <>.

Alla manifestazione hanno contribuito tutti gli abitanti della frazione Pinaco i quali si sono adoperati per la completa riuscita dell’evento.

 

Francesco Aniballi

Addetto Stampa Sezione CAI Amatrice