CAI - Alpinismo Giovanile
Centro - Meridione - Isole

La via dell’acqua e dei mulini

3 Marzo 2019

OTTO SICILIA

Natura e tradizioni del carnevale acese

Domenica 3 marzo 2019,l’alpinismo giovanile della sezione di Acireale del Club Alpino Italiano con le terze classi delle sezioni B,BS,CS,ALS dell’alternanza scuola lavoro del liceo scientifico statale Archimede di Acireale con la tutor professoressa Felicia Cutolo, nell’ambito del corso di formazione di avviamento alla montagna secondo il progetto educativo del CAI, ha svolto una escursione sulla via dell’acqua e dei mulini di Acireale. Il gruppo con la partecipazione del presidente sezionale Giuseppe Receputoè stato guidato dagli accompagnatori AG Rosario Arcidiacono e Antonino Cucuccio. La particolare giornata acese del “più bel carnevale di Sicilia”, ha fatto si che l’escursione è stata colorata con maschere, trucchi e costumi, con la passerella , premiazione degli studenti partecipanti e in  conclusione con la degustazione di dolci tipici di carnevale preparati dal socio Gennaro Cutolo.L’escursione ha avuto valenze naturalistiche, geovulcanologiche, della storia e tradizioni del territorio acese ed ha arricchito l’esperienza formativa dei ragazzi. Lungo il percorso è stata effettuata una sosta presso la chiesa di S. Andrea nella frazione acese di Baracche di Acireale, dove il parroco don Lorenzo dei frati minori ha fatto una breve riflessione spirituale con la preighiera di S. Francesco, esortando i presenti a voler prendere in considerazione durante o dopo le escursioni quando si può una sosta per la S. Messa. Antonino Cucuccio ha fatto un cenno sulla spiritualità della montagna affermando che l’alpinista credente o non è un idealista e come tale alla ricerca della verità. 

Antonino Cucuccio AAG Acireale