CAI - Alpinismo Giovanile
Liguria - Piemonte - Valle d'Aosta

Successo per il TREKKING DELLO STAMBECCO NEL PARCO DEL MONTE AVIC (AO)
7-8 LUGLIO 2018

Commissione AG LPV

Sabato 7 e domenica 8 luglio ragazzi e ragazze dell'AG LPV hanno partecipato al TREKKING DELLO STAMBECCO NEL PARCO DEL MONTE AVIC (AO)

Successo per il TREKKING DELLO STAMBECCO NEL PARCO DEL MONTE AVIC (AO)
7-8 LUGLIO 2018

“Vedrete vi innamorerete di questo luogo” , con questa affermazione Mario ci accoglie alla partenza di questo trekking che ci porterà alla scoperta di un angolo della Valle d’Aosta a molti di noi sconosciuta .
In 21 stambecchi , non tutti dello stesso gruppo , non tutti della stessa età , abbiamo iniziato la nostra avventura . Ci sono voluti pochi passi , qualche sguardo per studiare il compagno che non si  conosce , stabilire la distanza di sicurezza dagli adulti e come se avessimo  condiviso da sempre lo stesso pascolo     ci siamo incamminati , tutti allegramente chiacchierini , attraverso le praterie d’alta quota  passando per gli ambienti montani più vari  : profumati boschi di conifere  , arcobaleni di fiori , zone paludose , laghi , rocce montonate .  Arrivati al  Rifugio   alcuni hanno preferito sostare  conservando le energie per la lunga traversata del giorno dopo , altri ci hanno salutati , per loro il trekking durava un giorno solo ,  altri ancora hanno continuato per  arrivare sin quando volgendo lo sguardo all’insù ti accorgi  che sei arrivato là dove puoi toccare  il cielo ..… sei  in cima !  ed abbassando gli occhi tutt’attorno trovi all’orizzonte un girotondo  di vette , le  più belle dell’arco alpino .  Prima di scendere , ci congediamo dalla punta con un gioco di Marco che ci unisce in una girandola .  La sera ci riserva altri fascini .  Paolo e Linda , in Rifugio, ci guidano  tra scienza , aneddoti , mitologia  alla scoperta dell’Universo Astronomico , mentre fuori ,  Mario  con il telescopio ci fa osservare stelle –pianeti – costellazioni  , facendo a gara con alcune nuvole dispettose  che giocano a rincorrersi nel  cielo . Ma le nuvole quando sono buone , sono piene di mistero e noi accettiamo di giocare a nascondino con loro .

Che spettacolo il giorno dopo !! Sin dai primi passi ci siamo accorti di trovarci in un Eden ,    viaggiamo tra tantissimi specchi d’acqua che come lacrime di gioia cadute dal cielo hanno tappezzato il suolo.  Alcuni laghi sono così grandi  da formare baie in alta quota , altri sono ancora parzialmente ghiacciati , il centro dal colore di un aquilegia alpina  e tutt’attorno  un anello di cristallo . Abbiamo calpestato nevai e con la neve giocato ,  sulle creste abbiamo assaporato l’ebrezza di andare incontro al mondo intero .  
Le due giornate sono volate via troppo velocemente   , in un estate dal meteo capriccioso, siamo stati fortunati ,  il sole ci ha sorriso ed il programma è stato tutto rispettato . Prima del rientro e dei  saluti ,    ancora una sorpresa , la visita alla casa del Parco dove all’ingresso un grande gipeto , che  se pur immobile nell’ imbalsamatura , conserva negli occhi la sua spiccata curiosità  e sicuramente non gli è sfuggito il desiderio espresso  dai Ragazzi , quello di tornare qui  presto .  
Mario ,  avevi ragione , ci siamo tutti innamorati del Parco del Monte Avic . 

Guarda la gallery